/Dimitrov, Il Baby-Federer è in forte crisi

Dimitrov, Il Baby-Federer è in forte crisi

Il giovane Dimitrov, tennista di successo ma soprattutto astro nascente di questo sport, non riesce più a gestire la pressione che gli è stata posta sulle spalle.
In effetti essere soprannominato, sin dai primi esordi, il Baby-Federer potrebbe risultare non molto semplice da gestire, lo stesso Grigor Dimitrov lo ammette a seguito di un mese di Maggio disastroso in termini di risultati.

Il tennista lungo questo mese è uscito al primo turno in tutti e tre i tornei più prestigiosi (Madrid, Parigi e Roma) dichiarando di aver perso la fiducia in se stesso dopo la sconfitta con Victor Troicki al Roland Garros.
Non solo, Dimitrov ha risposto alle domande argomentando le sue “brutte prestazioni” dicendo che non è facile gestire una tale pressione e che un tempo partite del genere riusciva a vincerle grazie alla sua forte determinazione e motivazione, ora invece la vittoria in un match sembra sempre troppo distante.

Il giovane tennista ammette che è la pressione ad influire drasticamente nel suo gioco dichiarando quanto segue:
“Questi dubbi hanno cominciato a prendermi e una volta arrivati si sentono molto forti in campo. Questo ti fa cambiare un po’ il gioco, rimani più indietro, colpisci più palle e si rompe il tuo schema di gioco: non è bello“.
La soluzione potrebbe essere quella di affidarsi ad un motivatore.
Non so, non credo, non so nulla di psicologia dello sport o cose del genere, ma se qualcuno del mio team mi dice che dovrei provare, io sono sempre disposto e aperto a nuove strade“.

Grigor Dimitrov attualmente ha 25 anni, dopo la sua esaltante carriera juniores si ritrova a far parte del circuito professionista molto presto ottenendo un 8º posto nella classifica ATP mondiale, un quarto di finale agli Australian Open ed un’importante semifinale nel torneo di Wimbledon.