/Euro 2016 – Portogallo e Islanda si dividono la posta in palio

Euro 2016 – Portogallo e Islanda si dividono la posta in palio

A Saint-Etienne Portogallo e Islanda chiudono la prima giornata della fase a gironi. Le due formazioni sono chiamate a rispondere al clamoroso successo dell’Ungheria ai danni dell’Austria. Grande curiosità per il debutto dei nordici in una manifestazione internazionale. Nei lusitani fari puntati, ovviamente, su Cristiano Ronaldo.

La prima occasione è dell’Islanda dopo 3 minuti: Bodvarsson serve Sigurdsson sulla sinistra, il giocatore dello Swansea salta Vieirinha rientrando sul destro e calcia centralmente, con Rui Patricio che respinge il pallone addosso allo stesso giocatore islandese che tuttavia si coordina male e calcia nuovamente centrale.
Dopo lo spavento iniziale il Portogallo prende il controllo della partita grazie alla grande qualità di palleggio dei suoi uomini di centrocampo che nascondono il pallone ai giocatori dell’Islanda. La prima occasione per i lusitani arriva al 17′, con Vieirinha che si accentra e conclude centralmente col sinistro da fuori. Tre minuti dopo Ronaldo mette un gran pallone sulla testa di Nani che colpisce da distanza ravvicinata, ma è strepitoso Halldorsson che si salva di piede. Cinque minuti dopo grande occasione per CR7: lancio di Pepe dalle retrovie con Ronaldo che non trova il pallone a tu per tu col portiere. Alla mezzora arriva il vantaggio portoghese: combinazione sulla destra tra Vieirinha e Andre Gomes, il giocatore del Valencia mette un pallone rasoterra sul primo palo dove sbuca Nani che da due passi non sbaglia. Il Portogallo amministra il vantaggio andando al riposo meritatamente avanti.

A inizio ripresa subito occasione per Ronaldo che calcia al volo dai 25 metri, tiro a lato di un soffio. Al 50′ arriva la doccia gelata per i lusitani: Cross di Gudmundsson sul secondo palo, Vieirinha si perde completamente Bjarnason e l’ex giocatore del Pescara insacca con un piattone al volo. Pareggio Islanda alla prima occasione del secondo tempo per i nordici.
Il Portogallo fatica a metabolizzare il colpo, nei successivi venti minuti solamente Andre Gomes impensierisce la difesa islandese costringendo Halldorsson in angolo con un mancino a giro dal limite. Al 70′ punizione insidiosa calciata da Guerreiro, Nani sfiora ma il pallone finisce a lato di pochissimo. Al 77′ ci prova il neoentrato Quaresma, il suo tiro viene deviato prima da Skulason e poi da Halldorsson in corner. A cinque minuti dalla fine Cristiano Ronaldo ha l’occasione per il gol del vantaggio, ma CR7 fallisce clamorosamente colpendo debole di testa da distanza ravvicinata sul cross di Nani. Sul ribaltamento di fronte grande occasione per il neoentrato Finnbogason, che si libera in area ma calcia centrale con Rui Patricio che respinge di pugno. Nel finale Ronaldo ha due punizioni a disposizione in pieno recupero ma calcia entrambe le volte sulla barriera.

Finisce così 1-1, col Portogallo che domina la partita ma che paga un’amnesia difensiva. Islanda ordinata e compatta che punisce in una delle poche occasioni create. Un punto a testa per le due squadre che ora inseguono l’Ungheria, sorprendentemente in testa dopo la prima giornata.

TABELLINO E PAGELLE

PORTOGALLO (4-4-2): Patricio 6; Vieirinha 5,5, Pepe 6, Carvalho 6, Guerreiro 6,5; Moutinho 6 (dal 70′ Sanches 6), Danilo 5,5, Mario 6,5 (dal 75′ Quaresma 6), Gomes 6,5 (84′ Eder sv); Ronaldo 5, Nani 6,5. All. Santos 6
ISLANDA (4-4-2): Halldorsson 6,5; Saevarsson 6, Arnason 6, R. Sigurdsson 5,5, Skulason 5,5; Gudmundsson 6,5 (90′ T. Bjarnason sv), G. Sigurdsson 6, Gunnarsson 6, B. Bjarnason 6,5; Bodvarsson 5,5, Sightorsson 6 (dal 80′ Finnbogason sv). All. Lagerback 6
GOL: 30′ Nani (P); 50′ B. Bjarnason
AMMONITI: 54′ Bjarnason, 94′ Finnbogason (I)
ESPULSI: –