/Giro d’Italia, 16a tappa: vince Valverde, Kruijswijk ancora in Rosa
Giro d'Italia

Giro d’Italia, 16a tappa: vince Valverde, Kruijswijk ancora in Rosa

Alejandro Valverde vince la sedicesima tappa del giro d’Italia, Krujswijk ipoteca la maglia rosa, crolla nuovamente Vincenzo Nibali

Nella sedicesima tappa del Giro d’Italia, lunga 132 km, da Bressanone ad Andalo arrivano ulteriori conferme. Kruijswijk ipoteca ulteriormente il Giro, arrivando secondo al traguardo dietro Alejandro Valverde e rifilando 42 secondi a Esteban Chaves e 1 minuto e 46 secondi a Vincenzo Nibali. Per il corridore siciliano la disfatta di oggi sa di addio definitivo alle ambizioni di vittoria finale.

La corsa si accende a 80 km dall’arrivo quando Zakarin tenta la fuga con David Lopez, Kangert, Firsanov e Jungels che provano a rispondere.

A -74 dall’arrivo Valverde attacca, Nibali risponde ma accusa un nuovo problema tecnico ed è costretto al cambio bici. Tuttavia il corridore siciliano si riporta nuovamente sotto. Nel frattempo Jungels tenta la fuga solitaria per riprendere i fuggitivi. La maglia rosa Kruijswijk è rimane isolato dalla squadra a -70 km.

A 68 km dal traguardo Nibali attacca, questa volta è Valverde a rispondere mentre la maglia rosa Kruijswijk rimane attardato. David Lopez, Firsanov e Jungels giungono primi al GPM con circa un minuto di vantaggio sul resto del gruppo. Dopo 5 km Nibali, Valverde e Kruijswijk, che nel frattempo si è ripreso, recuperano sui 6 fuggitivi. A -60 km dal traguardo Chaves, secondo in classifica generale, si stacca dal gruppo maglia rosa. Il colombiano prova a recuperare in discesa ma il suo ritardo dal gruppo di testa rimane di 37 secondi a 48 km dal traguardo. Al traguardo volante di Cles, Ulissi batte Valverde e Nibali, i quali guadagnano rispettivamente 2 e 1 secondo di abbuono sulla maglia rosa. Chaves, in compagnia di Majka, Uran e Pozzovivo, si rifà sotto a 20 km dall’arrivo, ma prima Kruijswijk e poi David Lopez consentono al gruppo di testa di allungare. Lo spagnolo tenta la fuga solitaria. A 15 km il momento che decide la corsa e forse il Giro d’Italia: Valverde attacca, Kruijswijk risponde, perde invece contatto NibaliValverde, Kruijswijk e Zakarin scappano e guadagnano una quarantina di secondi su Nibali, nel frattempo raggiunto anche da Chaves. Nibali e Chaves provano il recupero ma alla fine il corridore siciliano crolla staccandosi dal colombiano oltre che da Pozzovivo e MajkaNibali crolla definitivamente nel finale, perdendo contatto anche da Jungels, Ulissi e Lopez.

Nel finale è volata tra Zakarin, Kruijswijk e Valverde, a spuntarla è lo spagnolo. Kruijswijk conserva la maglia rosa e ipoteca ulteriormente il Giro d’Italia, staccando sia Chaves che Nibali. Il corridore siciliano crolla anche in classifica generale, scivolando al quarto posto a 4 minuti e 43 secondi dalla maglia rosa e con soli 7 secondi di vantaggio su Zakarin.