/Giro d’Italia, diciasettesima tappa: La spunta Kluge in volata, Krujswijk sempre in rosa
Diciasettesima tappa: vince Kluge

Giro d’Italia, diciasettesima tappa: La spunta Kluge in volata, Krujswijk sempre in rosa

Diciasettesima tappa che prevedeva il penultimo arrivo in volata del Giro, è il tedesco Kluge a spuntarla. L’olandese Kruijswijk conserva la maglia rosa

Diciasettesima tappa dedicata ai velocisti quella odierna, da Molveno a Cassano d’Adda, la penultima del giro prima dell’inizio delle salite alpine.

Giornata che non ha regalato, come prevedibile, ulteriori spunti per la lotta alla maglia rosa.

Subito una fuga dopo 2 km che coinvolge Daniel Oss, Pavel Brutt e Eugert Zhupa. I tre accumulano un vantaggio massimo di 5 minuti e 50 secondi sul resto del gruppo. Il gruppo rimane compatto e i tre fuggitivi vengono ripresi a 2 km dal traguardo. A quel punto parte la volata, con Bak che inizialmente tenta la fuga ma viene subito ripreso da Pozzato. Il corridore italiano ci crede ma viene beffato all’ultimo da Kluge che si aggiudica la tappa.

Tutto invariato in classifica generale, con Kruijswijk che conserva un vantaggio rassicurante di 3 minuti su Esteban Chaves, 3 minuti e 23 secondi su Alejandro Valverde e 4 minuti e 43 secondi su Vincenzo Nibali. Il corridore siciliano, protagonista dell’ennesimo crollo di questo Giro nella tappa di ieri, è stato sottoposto ad esami clinici per valutare se i motivi di questa sua dèbacle sono dovuti a problemi fisici. Nibali, infatti, ha affermato di sentirsi a posto fisicamente ma non riesce a capire il motivo per il quale va in difficoltà quando i suoi avversari cambiano ritmo in salita. Nibali, ricordiamolo, partiva come grande favorito ma si ritrova quarto distante 1 minuto e 20 dal terzo posto e con soli 7 secondi di vantaggio sul quinto posto.

Il Giro entra ora nella parte finale con 3 tapponi alpini prima della passerella finale da Cuneo a Torino di domenica. Riuscirà l’olandese Krujswijk a conservare il cospicuo vantaggio?