/Giro d’Italia, Diciottesima tappa: vince Trentin
Il vincitore della diciottesima tappa Matteo Trentin

Giro d’Italia, Diciottesima tappa: vince Trentin

Matteo Trentin con una incredibile volata negli ultimi 1500 metri vince la diciottesima tappa beffando Moreno Moser e il compagno di squadra Gianluca Brambilla. Kruijswijk conserva la maglia rosa

Matteo Trentin si aggiudica la diciottesima tappa del Giro d’Italia da Muggiò a Pinerolo, la frazione più lunga del Giro di quest’anno. Il corridore della Etixx Quickstepp finalizza negli ultimi 1500 metri beffando, con la complicità del compagno di squadra Gianluca Brambilla, Moreno Moser.

Tappa caratterizzata da una fuga da lontano, con i fuggitivi che guadagnano più di 10 minuti sul gruppo della maglia rosa. A 23 km dal traguardo Brambilla e Moser seminano il resto del gruppo, formato da vari corridori tra cui Trentin, Rovny, Arndt e Modolo. I due fuggitivi si danno battaglia fino alla fine, mentre il russo Rovny sbaglia traiettoria in una delle ultime curve e perde terreno. Quando sembra ormai fatta per Moser, Trentin gli sfreccia a fianco dopo una lunga rincorsa e va a vincere. Moser, molto polemico a fine gara, ha accusato Brambilla di non aver collaborato nel loro tentativo di fuga. Moser ha inoltre dichiarato di non essersi accorto dell’arrivo a tutta velocità di Trentin, anche perché ha perso l’auricolare con il quale il corridore riceveva aggiornamenti dall’ammiraglia. Da parte sua, Brambilla ha risposto che non avrebbe mai aiutato Moser in quanto in questo modo avrebbe sfavorito il proprio compagno di squadra alla ricerca della vittoria.

Tutto invariato, invece, per quanto riguarda la classifica generale. Il gruppo maglia rosa arriva con oltre 13 minuti di ritardo dal vincitore di tappa, con i big della classifica che solo nel finale di tappa hanno provato a punzecchiarsi, forse più per testare la condizione dei diretti avversari in vista delle due tappe di montagna conclusive che per cercare un vero e proprio distacco. Valverde e Kruijswijk si sfidano quindi in volata nel finale ma sia Nibali che Chaves tengono e arrivano tutti insieme sul traguardo.
L’olandese mantiene così la maglia rosa, con tre minuti di vantaggio sul secondo in classifica generale Esteban Chaves a due tappe (non considerando la passerella finale di domenica) dal termine.