/Mercato: Valzer di panchine Italiane
Mercato Allenatori

Mercato: Valzer di panchine Italiane

Negli ultimi giorni tutta l’attenzione è posta verso le nazionali che si stanno sfidando in Copa America e quelle che invece parteciperanno ad Euro 2016 che prenderà il via tra 2 giorni con la prima gara dei padroni di casa della Francia contro la Romania. Nonostante ciò, però, il mercato per le squadre di club prosegue tra interessamenti, blitz e smentite.

In particolare, interessanti, sono i movimenti tra le panchine. Due sono le ufficialità interessanti degli ultimi giorni. La nazionale italiana, che proprio oggi è in partenza per la Francia, è al momento, e per l’intera competizione, che si spera possa durare il più a lungo possibile, sotto la guida del CT Antonio Conte, il quale ha però già un contratto con i Blues del Chelsea. A tal proposito Carlo Tavecchio, dopo aver sondato il terreno dei possibili candidati alla panchina azzurra, ha ufficializzato l’ingaggio dell’ex-Torino Giampiero Ventura. Due anni di contratto per l’allenatore genovese che proprio la scorsa settimana si è sposato con Luciana Lacriola.

Nuova avventura che parte dalla Lega Pro per Filippo Inzaghi, ex-allenatore nonché calciatore del Milan e della nazionale italiana con la quale vinse il mondiale nel 2006. SuperPippo dopo la non esaltante parte di stagione alla guida dei rossoneri, ha ufficializzato il suo ruolo di allenatore del Venezia e, nonostante il contratto con i rossoneri lo vincoli fino alla fine di giugno, il presidente Berlusconi gli ha concesso di partecipare alla conferenza stampa per presentarsi ai suoi nuovi tifosi.

Un’altra notizia bomba è quella che vede coinvolto il presidente della Lazio, Claudio Lotito, il quale avrebbe avuto contatti con Marcelo Bielsa. Offerto un contratto biennale da 2 milioni a stagione che sono però di poco inferiori alla cifra dei 2 milioni e mezzo richiesti dallo stesso allenatore. Una distanza che c’è ma che potrebbe essere stata già colmata secondo quanto riporta Radio Radio che sembra assicurare, senza troppi dubbi, la chiusura già avvenuta dell’accordo che però sarebbe un triennale e prevederebbe i già citati 2,5 milioni a stagione.
Notizia che, qualora si rivelasse fondata, scalzerebbe di netto le voci che hanno visto insistentemente Cesare Prandelli vicino alla panchina biancoceleste.